Rockol.it_Pincapallina

pincapallina_cdRecensione di Diego Ancordi:

Dalla base bresciana del Pincastudio esce questo cd di frizzante pop adolescenziale, anticipato dal quartetto all’ultimo Festival di Sanremo dove ha presentato “Quando io”, canzone che apre l’album. Ma un’anticipazione ulteriore il gruppo l’aveva già data con il singolo “Rock’n’roll robot”, cover di un vecchio successo di Alberto Camerini, presente su questo album d’esordio. Guidata dalla dolcissima voce di Annalaura (detta Aua), la formazione presenta 13 canzoncine semplici e pimpanti, che si muovono fra atmosfere un po’ retrò e sonorità moderne. Di poppettino leggero leggero si tratta, sospeso fra i temi popolari di “Ninnananna-ò” e le spiritose visioni futuriste di “Il cosmonauta”. Molto curato dal punto di vista sonoro, aperto a interventi di mandolino (“Le stelle le stelle”) come di vocoder (“I love you”) ed effetti vari, “Pincapallina” è un disco da non prendere troppo sul serio, perché nemmeno il gruppo stesso dà l’aria di prendersi troppo seriamente e snocciola 13 storielle a senso alternato sotto forma di filastrocche musicate. Coloratissimo, giovane, disimpegnato, a tratti terreno a tratti surreale, ironico e in perenne contrasto fra atmosfere antiche e moderne, “Pincapallina” è un disco che non può risultare indifferente: o lo si trova simpatico o lo si trova insopportabile. Decidete voi.

TRACKLIST
“Quando io”
“Le stelle le stelle”
“Pinocchio”
“Ninnananna-ò”
“Radio ballerina”
“Piove piove”
“I love you”
“Portami fortuna”
“Il cosmonauta”
“Spray”
“Buon compleanno”
“Rock’n’roll robot”
“Extra!”