Elizabeth Lee’s Cozmic Mojo_Live At Revenge Music Club_a cura di Blod

Per i musicofili bresciani il nome di Elizabeth Lee non è più una sorpresa.
Blueswoman texana con una manciata di buoni dischi alle spalle, Elizabeth è diventata una piacevole costante delle nottate di città e provincia, vuoi per l’intensa attività live (tra set acustici ed elettrici non passa settimana senza incrociarla alle prese con un microfono) vuoi per l’apertura del suo locale (lo Storyville di Bedizzole) che ha tutti i crismi per diventare punto di riferimento per chi si ostina ad amare quella brutta bestia che risponde al nome di rock and roll.
Cozmic Mojo non sono altro che tre veterani della Brescia che vibra note di un certo spessore: Luca “Gallo” Gallina alla chiarra (ringraziamo unanimi san Leo Fender che ha creato quel grezzo gioiello che risponde al nome di Fender Telecaster), il maestro Beppe “Beppone” Facchetti dietro i tamburi e Luca “Mane” Manenti alla chitarra baritona (ringraziamo unanimi san Jon Spencer da NYC che ce l’ha fatta riscoprire).
Tre tipi tosti (se non li conoscete, o avete passato su Marte l’ultimo decennio, oppure avete sbagliato sito), che dopo avere zigzagato – non senza successi – tra i meandri della wave anni ’90, hanno pensato bene di farsi un bagno purificatore nelle limacciose acque del sacro Missisippi.
Ne sono riemersi imbrattati di fango… quasi avessero la pelle nera; ma si badi bene il risultato non è blues canonico, qui si rileggono Robert Johnson o Chuck Berry nella rovente traduzione di Mr. Jon Spencer (sempre lui!) a sua volta depurata dal nichilismo rumorista e dagli eccessi punk e arricchita da una chitarra protagonista e splendidamente sopra le righe. In una sigla Blues Kick Ass.
Insomma la band ha un suono assolutamente “cool” ed una tecnica cui non si rimane indifferenti, ma soprattutto sa far divertire senza scadere nella ruffianeria, senza preoccuparsi di piacere a tutti i costi.
Se l’esistenza fosse una scacchiera questi quattro alfieri farebbero muovere il culo alla più austera delle regine. Lunga vita!